Il Bit

Il Club-Bit è una comunità professionale costituita da responsabili dei sistemi informativi nato nel 1994 sotto l’egida di Unindustria Treviso.
Fondamentale contributo alla nascita del Club-Bit di cui è stato il primo Presidente si deve a Italo Ceccon che con le proprie idee e proposte è riuscito a catalizzare l’interesse di professionisti dell’informatica che ancora oggi continuano ad arricchire le proprie imprese di idee nate dal reciproco scambio di esperienze.

Il Club-Bit si rivolge quindi a tutti coloro che essendo coinvolti nella gestione dei sistemi informativi desiderano accrescere le proprie competenze e la propria professionalità

E’ possibile partecipare alle attività del Club anche in qualità di soci uditori, una particolarità di coloro che appartengono ad aziende che producono e commercializzano soluzioni informatiche.

Il Club-Bit conta attualmente un centinaio di soci rappresentativi di altrettante aziende di Treviso e provincie limitrofe, costantemente impegnati nel portare il proprio contributo di esperienza a tutti i membri del Club, indipendentemente dalla dimensione aziendale a cui fanno riferimento.

La mission del Club-Bit è quella di potenziare attraverso il confronto, la condivisione e laformazione, la rete di conoscenze e di sapere informatico di cui dispongono le aziende del territorio e diventare il punto di riferimento per chi svolge il “mestiere” di responsabile dei sistemi informativi.

Per conseguire tale missione il Club-Bit si impegna a:

  • Diffondere l’associazionismo fra coloro che ricoprono in azienda funzioni similari in materia informatica;
  • Promuovere una migliore interpretazione della “funzione” sistemi informativi;
  • Costituire un centro di informazione ed orientamento per i soci, anche in riferimento alle esperienze internazionali;
  • Sviluppare azioni di promozione, di cooperazione, di sensibilizzazione per accrescere la professionalità dei soci, l’acquisizione e la diffusione di nuove conoscenze;
  • Realizzare i contatti con enti ed organismo italiani e straniere che perseguono finalità analoghe;
  • Promuovere giornate di studio, dibattiti e incontri, sia a livello specifico che sui problemi della funzione.